Compendium Esotericum, il Grimorio della Strega

Ogni Strega possiede il suo Grimorio personale, giacché esso rappresenta il percorso della Strega, il suo cammino, la sua esperienza magica. L’esperienza della Strega è unica, e quindi unico sarà il suo modo di riportarla per iscritto, fin quando giungerà la sua morte, momento in cui deciderà se passare il suo libro a qualcuno, oppure distruggerlo: ad esempio, all’epoca delle persecuzioni cristiane le Streghe bruciavano il proprio Grimorio se sentivano la morte approssimarsi, questo per evitare che il libro cadesse in mani sbagliate. Riceverne uno in eredità, era davvero un dono prezioso.

Il Compendium Esotericum, popolarmente conosciuto col nome di Grimorio, o Libro delle Ombre, lo potremmo paragonare ad un’agenda dei giorni nostri. È una specie di quaderno personale con la copertina nera e rigida, dove la Strega, di proprio pugno, trascrive tutto ciò che ella ritiene utile per praticare.

Il Grimorio dunque non è un libro acquistato o stampato, in quanto contiene annotazioni che riguardano la pratica magica della singola Strega, dove vengono scritti i riti, gli incantesimi, gli strumenti e i materiali adoperati, come le pietre e le erbe (vi si racchiudono anche erbe essiccate). Vi vengono tracciati pentacoli, simboli, disegni dimostrativi, trascritti tralci di altri testi ritenuti ottimi, ed anche tutto quel che viene creato dalla Strega, come nuove formule magiche, canti o invocazioni, dopo averne provata l’efficacia.

Oltre al Libro delle Ombre esiste anche un Libro Specchio, utilizzato perlopiù dalle Streghe moderne della Wicca (solitamente le antiche Streghe trascrivevano ogni cosa in un unico libro, il Grimorio appunto), ed è un diario personale sul quale la Strega tiene rigorosa cronaca del suo percorso religioso. È una raccolta di pensieri, di sensazioni e/o previsioni, vi vengono riportati gli errori da non ripetere, così come anche i successi conseguiti durante il proprio cammino.

Detto ciò, non esiste un Libro delle Ombre “universale”, un libro sacro dal quale le Streghe traggono conoscenza, non esiste proprio perché ogni esperienza magica è unica. Per le Congreghe invece è lievemente diverso, nel senso che ciascuna Congrega può redigere un testo di gruppo, accessibile soltanto alla cerchia ristretta dei suoi membri, che contiene le proprie tradizioni e l’esperienza comune, valevole comunque solo per quella specifica Congrega.

Il Grimorio di ogni Strega è segretissimo e viene sempre tenuto nascosto e al sicuro, non viene mai mostrato a nessuno, a meno che non si tratti di un’altra Strega, ma coloro che praticano da sole non sentono la necessità di togliere dall’ombra i propri segreti. Se desiderate vedere com’è strutturato un vero Grimorio, il filmato vi mostra, pagina dopo pagina, tutti i dettagli, i testi, i disegni, che comunemente una Strega annota durante la sua vita magica.

Share Button

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 23 febbraio 2017

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

3227
02:56
Link utili:
loading...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright