Invocazione/Preghiera per ricevere l’abbraccio degli Angeli ed essere confortati

Se avete bisogno dell’aiuto degli Angeli, che vi abbraccino e che vi consolino, basta rivolgersi a loro ed essi risponderanno prontamente, dato che sono sempre intorno a noi e sono sempre disposti ad aiutarci, a sostenerci in ogni maniera. Con questa invocazione, sentirete subito la loro presenza ed un’intensa pace avvolgervi. Potete recitarla anche più volte al giorno, ogni volta che ne sentite la necessità, che avete bisogno di conforto e di essere ascoltati.

Gli Angeli, infatti, oltre che ad essere sempre vicini a noi, sono molto sensibili al nostro richiamo, anche se di fondo già lo sanno, sanno quando abbiamo bisogno di loro. La differenza, è che noi non li sentiamo perché distratti da altri fattori “reali”, oppure proprio dalle pene e le sofferenze che ci fanno automaticamente isolare, rinchiudendoci nel nostro dolore senza sentire né ascoltare nessuno.

In questo modo, dunque, saremo noi ad avvicinarci e a sentirli, ad aprire un canale di contatto che ci rassicurerà, non ci farà sentire soli e dunque più forti per affrontare dolorose situazioni del quotidiano o fratture che si sono stabilizzate nel nostro cuore. Uno slancio di positività e di amore che può essere utile e a volte indispensabile per superare i momenti bui, nel tempo più breve possibile.

Questo perché il tempo per vivere il dolore, breve o lungo che sia, è indispensabile per interiorizzare il dolore, bisogna metabolizzarlo e non assolutamente evitarlo, non dobbiamo farcelo scivolare addosso perché in un modo o in un altro agisce comunque, andando quindi a colpire la nostra salute. Si verifica, ovvero, la malattia psicosomatica, perché la mente deve sempre e comunque smaltire il dolore, e se non lo smaltisce coscientemente andrà a farlo per mezzo di altre vie: gli esempi più comuni di un dolore non correttamente smaltito sono la gastrite e la colite, in quanto stomaco e intestino sono generalmente le parti dove si scarica lo stress.

Perciò, se vivete un dolore acuto, anziché rimettere dentro e spingere in fondo per evitare di sentirlo, accoglietelo con coscienza e coraggio, piangete anche, perché il pianto è molto utile per scaricare, e per non sentirvi soli e persi chiamate gli Angeli. Essi vi faranno compagnia e vi accompagneranno lungo il tunnel, tenendovi per mano finché non vedrete di nuovo la luce.

Share Button

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 12 febbraio 2017

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

13519
01:36
Link utili:
loading...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright