Miracolo in Egitto ★ Le due bimbe musulmane salvate da Gesù

Questa storia avvenuta in Egitto, oltre ad aver fatto scalpore per il gesto cruento e inammissibile messo in atto, è rimasta nella memoria della popolazione egiziana come un miracolo, poiché in effetti non potrebbe avere altra spiegazione. Accadde un giorno, che un uomo musulmano sorprese la moglie a leggere la Bibbia: grave affronto alla sua religione, l’uomo la addirittura uccise, seppellendola insieme alle loro due figlie, una quasi neonata e l’altra di 8 anni. Le bimbe non erano morte, una vera atrocità, una crudeltà senza pari perché furono sepolte vive.

Quando dopo 15 giorni il fatto venne a galla e si andò nel luogo della sepoltura, si verificò che le bambine erano ancora vive. Indignazione totale, il padre fu giustiziato e una delle bambine, quella più grande, alla quale fu chiesto come fosse potuta sopravvivere, rispose che un uomo che indossava bianche vesti splendenti, con ferite sanguinanti alle mani, era venuto ogni giorno a nutrirle, svegliando la madre (che doveva essere morta) affinché potesse allattare la sorellina.

La bambina fu intervistata alla Tv nazionale egiziana, da una donna musulmana con il velo sul viso. A tale affermazione, la donna disse: «Questo non può essere che Gesù, soltanto lui può fare cose del genere.» Inoltre, l’uomo apparso aveva quelle distinguibili ferite alle mani che ne testimoniavano la crocifissione, di conseguenza non ci furono dubbi sulla sua identità: era proprio Isa, come viene chiamato Gesù dai musulmani.

Il fatto, che è avvenuto nel 2009, è stato giudicato come vero, dato che è improbabile che un bambino possa inventarsi una cosa come questa, per di più appartenente ad una religione diversa da quella cristiana, e sarebbe anche la spiegazione per cui le bambine sono sopravvissute per ben due settimane, sepolte sotto la sabbia. Non può essere che un miracolo, perché se un Essere Umano può sopravvivere per giorni senza cibo, è improbabile che possa farlo senza acqua, per un così prolungato periodo di tempo.

Si ipotizza che Gesù in persona sia intervenuto, o che un Angelo abbia fatto le sue veci, appunto perché la donna fu punita dal marito per aver letto la Bibbia, quindi per essersi avvicinata alla religione cristiana, essendoci un passo nella Bibbia in cui il Signore sommariamente dice: «Benedirò coloro che ripongono fiducia in me.» Un’altra ipotesi, sarebbe invece che le bambine siano state resuscitate da Gesù, e non propriamente tenute in vita, pertanto quando la bimba più grande ha sostenuto di essere stata svegliata, non essendo cosciente della differenza, è anche probabile che fosse già morta, vista la sepoltura prolungata.

Tuttavia, se l’ipotesi del risuscitamento è valida, sembrerebbe strano che a questo punto la stessa madre non sia stata resuscitata, essendo stata lei la causa: era lei ad aver letto la Bibbia e ad essere stata uccisa per questo, per un raptus di fondo incomprensibile, dato che un gesto talmente semplice e inoffensivo non meritava di certo la morte, anche se ciò rappresenterebbe un contrasto tra religioni, infatti è più verosimile che l’uomo soffrisse di gravi disturbi mentali. Non può essere che si giunga a tali estremi per una motivazione del genere, e ne abbiamo fortunatamente la riprova, con gli stessi egiziani musulmani suoi concittadini che hanno provato sdegno e grande collera, per un atto talmente efferato e ingiustificabile.

Tutto ciò è naturalmente al di fuori della nostra concezione, nella nostra cultura non sfiorerebbe neanche l’idea di uccidere qualcuno per meri motivi religiosi (follia a parte che conduce ad uccidere perfino un genitore per qualche centinaia di euro), ecco perché da noi il fatto ha causato un’eco assai più ampia, in merito alla possibilità del miracolo, quando invece in Egitto è stata più presa come una cosa normale. Loro vivono di questo, la religione non è solo un credo e una fede, è anche politica, è tutto ciò che comanda, che muove e che dà ragione ad ogni cosa.

Share Button

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 15 ottobre 2016

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

11394
03:06
100%
Voti: 2

Lascia un commento