Nascita di un super bimbo con un cesareo e la sua prima parola è… mamma!

Un bimbo bellissimo, un piccolo gigante sano e forte, appena uscito dal pancione della madre ha urlato: «Mamma!» Uno spettacolo unico ma non è senz’altro il solo, perché assistere alla nascita di una nuova vita è sempre uno spettacolo, un miracolo che si compie davanti ai nostri occhi, anche se la vediamo come una cosa così naturale, talmente normale che a volte dimentichiamo la vera magia che rappresenta.

Questo filmato amatoriale è estremamente educativo, poiché mostra l’istante in cui il neonato viene tirato fuori dal grembo della madre con un parto cesareo, i primi minuti della sua vita tra le mani dei medici che gli tagliano il cordone, lo visitano, lo pesano e lo consegnano alle amorevoli braccia della madre. Per chi non ha mai partorito un figlio ed ha paura di fare il grande passo, queste scene possono rappresentare un ottimo incentivo per approfittare della meraviglia della maternità, accantonando paure ed esitazioni, mentre per chi non ha mai potuto vedere cosa avviene durante e dopo la nascita di un essere umano, è una buona occasione per poterlo fare.

Se non avete tempo o modo di assistere a tutta la procedura medica sulla nascita di un neonato, potete vedere i primi minuti, sul momento clou della sua venuta al mondo, il miracolo che si ripete da migliaia di anni. Per ascoltare invece l’incredibile gemito che somiglia tantissimo alla parola “mamma” (mamá in Spagnolo), potete andare direttamente al minuto 1:48 ed è inutile sottolineare che vi stupirete ai massimi.

Comunque, il filmato sarebbe da vedere interamente, non solo a livello educativo ma anche a livello emozionale, perché se può risvegliare il desiderio di maternità, o di paternità, è una commovente occasione per vedere il minuzioso e prezioso lavoro che fanno tanti medici ogni giorno, salvandoci la vita e dandoci la vita, riuscendo quasi sempre a vincere tutte le complicazioni che insorgono.

Nel caso del parto cesareo, in particolare, i medici danno la possibilità a chi non può partorire naturalmente di farlo in tutta tranquillità e in completa sicurezza. Il parto cesareo comporta comunque dei rischi, pur rappresentando una facile e comoda alternativa per la madre, dato che si tratta sempre di un intervento chirurgico e può dunque comportare delle complicanze, come l’eccessivo sanguinamento che conduce all’anemia od infezioni sulla parte incisa e nell’utero, nonché lesioni agli organi vicini come l’intestino e la vescica.

Ad ogni modo, sono complicazioni che risultano piuttosto rare, proprio per il lavoro accurato dei medici che ovviamente stanno sempre massimamente attenti durante un intervento chirurgico. Il parto cesareo di fondo non è un capriccio della madre che non vuole affrontare l’intensa sofferenza fisica di un parto naturale, perché talvolta risulta necessario, ad esempio quando il bimbo è podalico (si è posizionato dai piedi e non dalla testa per uscire) e quindi esiste il rischio che venga soffocato, oppure quando la placenta è “previa”, ossia si è posizionata come a formare un tappo ed impedisce così al neonato di uscire, con il rischio che si verifichi un distacco traumatico della placenta.

In questo caso si è optato per il cesareo perché il bambino era notevolmente grande, pertanto era inevitabile, molto più che se fossero stati gemelli, i quali non sempre richiedono un parto cesareo, a maggior ragione se la gravidanza è stata più o meno lineare. Ma, se si riesce a procedere con un parto naturale è sicuramente meglio, sia per evitare il post-operatorio che per assaporare tutta la magia della vita, quando nasce, malgrado sia piuttosto doloroso e decisamente sfiancante. Però, di certo ne vale la pena.

Share Button

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 5 settembre 2016

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

58229
14:48
Link utili:
loading...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright