Tecnica visiva per sviluppare il Pensiero Positivo ★ Terapie Magiche

Potremmo definirla terapia delle immagini, unita alla musicoterapia e alla meditazione, perché questa guarigione del pensiero avviene attraverso le visualizzazioni, ovvero immagini mentali che vanno ad imprimersi nel cervello e che creano una sorta di imprinting della realtà, di come dovrebbe essere affinché noi siamo felici, e di come diventerà.

Il pensiero positivo è la base per tutto, è la base della nostra vita felice. Dal pensiero positivo infatti nascono le cose più belle, le esperienze più belle, mentre al contrario pensare in negativo ci allontana dalla serenità, ci allontana da noi stessi e ci isola nella nostra rabbia e nelle nostre paure, senza poter più interagire in armonia con l’Universo. In questo modo, siamo noi a creare il nostro inferno, perché è come se ci chiudessimo, come se chiudessimo le porte alla felicità stessa.

Il pensiero negativo è una prigione, è una lenta e corrosiva malattia che ci consuma, proprio come un cancro. Allora, per evitare questo cancro mentale, un cancro che toccherà ben presto anche la nostra anima ed infine il nostro corpo, se non lo sopprimiamo in tempo, ci sono vari metodi che rientrano nella filosofia della meditazione, se non si riesce a disciplinare da soli la propria mente, se è troppo difficoltoso per noi pensare naturalmente in positivo.

Nel filmato vengono proposte 9 diverse visualizzazioni da praticare in seduta di meditazione, visualizzazioni creative che sono capaci di aiutarci, pian piano, ad allontanare la negatività che può portare alla nostra distruzione.

Essendo una seduta, bisognerà comportarsi come se stessimo meditando, pertanto la posizione sarà da seduti, con la schiena dritta e gli occhi chiusi, ascoltando la musica di sottofondo, a frequenze sonore rilassanti, ed iniziando il viaggio con queste visualizzazioni. Per far ciò, potete trascrivere le visualizzazioni su un foglietto di carta e memorizzarle, o ancora meglio registrate la vostra voce con quelle situazioni tipo, facendola partire insieme alla base musicale.

Il cervello, ascoltando la vostra voce si lascerà condurre molto più dolcemente, s’immergerà con migliore fluidità ed efficacia, poiché non dovrà impegnarsi a ricordare le visualizzazioni e i relativi dettagli. La voce però dev’essere piacevole e rilassante, senza spigoli o lievi affanni, quindi se reputate che la vostra voce non sia idonea, potete chiedere a qualcuno che le registri per voi, qualcuno che sa armoniosamente modulare la sua voce.

La seduta diventerà così una sorta di ipnosi e il viaggio sarà bellissimo, perché potranno tornare a galla molte reminiscenze sopite, e magari ricordare qualcosa in più delle vostre vite passate. Tutto può succedere in fase di meditazione e, maggiore è la concentrazione e l’immersione, e più saranno magici i risultati.

Share Button

★ Scritto da Video&Magie il 16 aprile 2016

★ Guarda il Video (Fonte YouTube): ★

7831
01:06:45
90%
Voti: 30

Lascia un commento