Cani e gatti che pregano per la pappa ★ L’uomo e il suo nuovo rapporto con gli animali

Sembrano addestrati, questi pelosoni a quattro zampe che implorano a zampette congiunte di ricevere il loro tanto agognato pasto, eppure sono gesti totalmente naturali. Cose del genere si possono vedere solo al cinema, oppure se si ha in casa un animale speciale. Se voi, siete speciali…

Sempre di più gli animali assomigliamo agli uomini, negli atteggiamenti e la gestualità, alcuni usano addirittura la voce, con versi che in effetti hanno poco dell’animale, per comunicare, rispondere o dimostrare un determinato stato d’animo, non solo i pappagalli, ma in certi casi anche cani e gatti. Ed è sempre sbalordente.

La cosa che più stupisce, ad ogni modo, è che in questo caso anche alcuni gatti “implorano”, si mettono in piedi, sulle due zampe posteriori, ed uniscono quelle superiori a mo’ di preghiera, quando vedono che la pappa tarda ad arrivare. Infatti, se da un cane potrebbe essere grossomodo prevedibile, per un gatto invece è una cosa tendenzialmente rara, se non unica (parlando sempre di animali non addestrati, che dunque lo fanno del tutto spontaneamente).

I gatti non sono così leziosi, e seppur possano piagnucolare per la fame di certo mantengono sempre il loro orgoglio intatto, la loro dignità tutta d’un pezzo. Poco si abbassano ad implorare qualcuno per ottenere qualcosa, specie perché di solito sono convinti che sia un loro diritto, lo quasi pretendono e talvolta se lo prendono senza “permesso”, essendo la specie animale più egocentrica del pianeta! Sempre affettuosamente parlando.

Tuttavia, ad oggi è molto più facile addestrare un gatto di quanto lo fosse un tempo, o perlomeno fargli fare qualcosa che desideriamo, dato che i gatti si fidano di più, hanno più fiducia in noi, e ormai sanno che non intendiamo nuocergli in alcun modo. Anche la dolcezza impiegata gioca un ruolo importante, l’uomo che è diventato meno autoritario e schiavista, si pone al suo pari, pertanto l’animale si sente comunque rispettato, ed è un aspetto fondamentale per i felini. E pare che si divertano anche.

In sostanza, al contrario di com’era una volta i gatti vogliono farci piacere, vogliono darci, e non si riservano più di tanto, non perché ricompensati da laute ricompense in cibo, ma puramente perché siamo diventati bravi, e così anche loro. I cani invece sono tutt’altra storia, lo hanno sempre fatto indipendentemente, ma dopotutto i caratteri sono diversi, il rapporto è antitetico, in quanto il canide come razza segue un capobranco, perciò quando viene adottato in una famiglia umana lo ritrova nell’uomo, mentre il gatto nasce sostanzialmente libero, e solo, indipendente come la sua razza richiede.

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 31 marzo 2016

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

20085
04:33
Link utili:
loading...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Video&Magie utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Puoi scegliere tu stesso se accettare o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in basso nel footer del sito (alla fine della pagina). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi