Il Drago Cinese ★ Scheletro trovato nella patria di Confucio

Ad oriente della Repubblica Popolare Cinese, esattamente nella provincia costiera dello Shandong (= a oriente del monte), alcuni pescatori che si allontanarono dalla costa navigando sulla loro umile imbarcazione, catturarono con le loro reti un qualcosa di sorprendente, sconosciuto, e sulle prime decisamente inquietante: lo scheletro di un apparente Drago.

Un Drago acquatico, dunque, considerata la location del ritrovamento, anche se diversi esperti teorizzano che si tratti di uno squalo, data la dentatura, e più precisamente di uno squalo dal collare, che ha peraltro una lunga forma serpentina come lo scheletro rinvenuto. Tuttavia, in molti sono coloro che credono sia effettivamente lo scheletro di un Drago, giacché non è l’unico fossile, se così vogliamo definirlo (d’altronde sono creature mitologiche che si sono estinte), ad essere stato recuperato in quei luoghi del Pianeta.

Infatti, sono stati rinvenuti numerosi altri esemplari in Cina, in Mongolia, dove il folklore li riteneva realmente esistenti, quindi ispirati in un certo senso ad avvistamenti reali. E non si parla soltanto di Draghi acquatici, ma anche di Draghi di Terra, come nel 1986, quando nella città di Anshan, sempre in Cina, fu ritrovato un fossile di circa 8 metri, dalle lunga corna sulla testa (ne aveva ben quattro).

In quel caso non vi furono dubbi, giacché nell’iconografia cinese alcuni Draghi venivano rappresentati proprio in questa maniera. Sempre che qualcuno non si sia divertito a “fabbricarlo”.

Ad ogni modo, tali ritrovamenti possono dimostrare l’esistenza di queste antiche creature, che restano comunque un mistero. Ma probabilmente sono diverse, quelle che ancora devono essere scoperte, e dare pertanto sempre più concretezza alla teoria che i Draghi non popolavano soltanto le leggende, ma anche la Terra.

La Storia Cinese è ricca di queste potenti creature, ne presenta una vasta distinzione e classificazione, inoltre le casate e gli stemmi imperiali erano generalmente raffigurati con corpi o teste di Draghi, ed ogni Drago aveva una sua specifica attitudine, anche in base all’Elemento della Natura da cui prendeva vita (Acqua, Aria, Terra e Fuoco).

Una cosa interessante, è che nei secoli lo Shandong ospitò numerosi regni, tra cui il Regno di Lu (nel Periodo delle primavere e degli autunni, periodo storico cinese che risale a circa 700 anni prima di Cristo), che era la patria di Confucio. In effetti, in Cinese lo Shandong viene chiamato Lu, ne ha ereditato lo storico nome, ed è la seconda provincia più popolosa della Cina.

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 18 marzo 2016

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

11152
01:44
Link utili:
loading...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Video&Magie utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Puoi scegliere tu stesso se accettare o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in basso nel footer del sito (alla fine della pagina). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi