Fiori con forme speciali che assomigliano ad animali e persone

Non sono soltanto gli oceani a nascondere infinite bellezze, visto che anche sulla terraferma non si finisce mai di scoprire nuove specie e creature, tra animali e vegetali. Siamo nel 2000, un secolo in cui il progresso tecnologico è alle stelle, nonché la conoscenza universale, eppure ci sono ancora cose che non conosciamo, che non abbiamo visto della Natura, come alcune specie animali, soprattutto negli abissi degli oceani, di cui ancora ignoriamo l’esistenza.

Sulla Terra, oltre a varie specie animali tuttora sconosciute, ci sono numerose specialità di fiori che presentano delle forme incredibili che poco ricordano il loro settore di appartenenza, riproducendo quasi fedelmente un volto umano, un uccello, o perfino una creatura magica. Le orchidee, in particolare, sono le più abili ad imitare forme animali ed anche umane.

Le orchidee sono notoriamente le piante che mentono ed imbrogliano, imitano gli insetti per riprodursi o li usano per raggiungere la loro parte femminile, semmai la loro conformazione fisica sia d’ostacolo. Un sistema di riproduzione assai fantasioso e tecnicamente perfetto, senza contare i trucchi utilizzati per proteggersi: non attraverso aculei o metodi orticanti, come avviene per la maggior parte delle piante, bensì attraverso semplicemente il loro aspetto e quindi in un modo decisamente elegante, che conferma la raffinatezza della loro genesi. La Natura e l’ingegno sono un qualcosa di seriamente indissolubile.

Tra quelle finora scoperte, le più sorprendenti sono:

★ La Flying Duck Orchid (nome scientifico Caleana Major), ovvero l’orchidea a becco d’anatra che sembra quasi un’anatra che vola, la quale vuole crescere soltanto in Australia, nel bel mezzo del deserto. È stato effettuato qualche tentativo, infatti, di riprodurla in cattività, ovviamente per commercializzarla, ma pare che non ci sia stato verso, forse per il suo rapporto simbiotico con un fungo a cui è legata e con il quale divide le proprie radici, per essere protetta dalle infezioni.

★ L’orchidea seduttrice (Ophrys) è così chiamata perché attira gli insetti con l’inganno, prendendone la forma e l’odore. In questo modo, le vespe maschio si appoggiano sul fiore tentando di accoppiarsi, convinte che si tratti di una femmina della loro specie, e imbrattandosi di polline possono trasportarlo per far avvenire l’impollinazione. Si trova prevalentemente nelle Baleari.

★ L’orchidea dell’uomo nudo (Orchide Italica) è una delle più sensazionali, dato che i suoi petali assumono delle forme antropomorfe, sembrando dei piccoli uomini, o magari piccole creature magiche come le Fate. Hanno due braccia, due gambe ed anche un visetto simpatico che sembra sorridere. È un’orchidea selvatica che cresce specialmente in Italia e nel bacino del Mediterraneo.

★ L’orchidea scimmia (Dracula Simia) è invece molto rara, cresce sui rilievi montuosi in Ecuador e non è possibile coltivarla altrove. Il suo aspetto è alquanto inquietante perché viene usato dalla pianta per difendersi dai predatori. Il suo nome scientifico è stato ripreso da Dracula perché i suoi speroni ricordano le famose zanne da vampiro, ed è una pianta dalle molteplici variazioni estetiche.

★ A Panama c’è invece l’orchidea colomba (Peristeria Elata), che sembra una colomba che sta per spiccare il volo. È una specie protetta perché a rischio d’estinzione, e molti ne hanno fatto il simbolo dello Spirito Santo.

★ L’orchidea uccello in volo (Pecteilis Radiata) si trova in Asia e in Russia, e somiglia ad un uccello che vola, perfettamente disegnato, a tal punto che in molti hanno dubitato sulla sua veridicità, prendendolo per un magistrale disegno con Photoshop. Invece è reale, e il botanico che la scoprì, disse che gli sembrava un cacatua in volo.

★ L’orchidea a martello (Drakaea Glyptodon) è una delle più intelligenti, perché una parte del fiore imita una finta vespa che si muove quando il maschio si avvicina. Così, come un martello il fiore dondola sbattendo contro l’altro fiore, come un martello, per autoimpollinarsi, non potendosi riprodurre in altro maniera.

★ Un’ultima pianta straordinaria, che però non è un’orchidea, è la Lithops, una pianta africana che si confonde con le pietre, prendendone la stessa fisionomia, fatta eccezione per i fiori che poi sbocciano sulla sua superficie. Conosciuta come “la pietra viva”, è una pianta che è invece notevolmente diffusa, poiché facilmente coltivabile. Il suo camuffamento è messo in atto per proteggersi dagli animali, un sistema di sopravvivenza davvero molto scenografico.

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 3 settembre 2016

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

7772
07:07
Link utili:
loading...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright