Gorgo spaventoso in Lettonia: inghiotte tutto ciò che incontra

Se fossimo stati nello Spazio si sarebbe parlato di buco nero, e infatti non differisce di molto, la natura di questo mostruoso vortice che si è formato in un fiume della Siberia, il Daugava, che si trova nei pressi di Dviete, una gelida terra paludosa che presenta una infinità di boschi e di laghi di origine glaciale (se ne contano più di 3000). Il vortice è apparso dal nulla, e come un vorace buco nero inghiotte con una potente forza di attrazione tutto ciò che gli passa intorno, dai detriti al ghiaccio, li risucchia e li trita, distruggendo ogni malcapitata cosa che si trova sul suo passaggio.

Studiarne la natura si è rivelato pressoché impossibile, data la corrente portentosa che circolava intorno al mulinello, comunque l’origine di questi fenomeni è abitualmente dovuta a forti e velocissime correnti che vanno in direzione opposta e si riuniscono in determinati punti (generalmente a causa delle maree), formando appunto questi vortici, laddove sembra che sia stato rimosso un tappo dal terreno, e come una specie di imbuto fa defluire tutta l’acqua e i detriti al suo interno causandone la sparizione.

Questo è proprio l’atteggiamento dei buchi neri, ovvero quei vuoti cosmici che si formano dopo la morte di una stella, e che risucchiano qualunque cosa si avvicini troppo alle sue estremità. In questo caso, però, non si sa dove gli elementi inghiottiti vadano a finire, se vengano effettivamente distrutti o addirittura si trasferiscano in un’altra dimensione, dato che non si è mai riusciti a studiarli, essendo pericolosissimo avvicinarsi anche con delle sonde spaziali, le quali farebbero senz’altro una misera fine. I buchi neri sono, e resteranno un mistero per sempre.

Fenomeni invece che si verificano in Natura, qui sul nostro Pianeta, sono più o meno spiegabili, anche se esistono casi come quello in Lettonia che non sono totalmente decifrabili, qualche interrogativo resta sempre presente, non potendo indagare a fondo per via della potenza sovrastante della Natura che non consente di avvicinarsi ai punti focali di detti fenomeni. Comunque la zona in questione è molto umida, paludosa, e durante la stagione delle inondazioni il fiume Daugava accoglie tutti i detriti che arrivano dalla strada, che s’incanalano sotto un ponte non molto lontano, da cui probabilmente si è originato il vortice, andando il fiume in piena dopo l’inondazione.

Quali che siano natura e origine, benché tendenzialmente spaventoso questo fenomeno è tuttavia davvero spettacolare, e se si riesce ad ammirarlo nella sua straordinaria manifestazione, a debita distanza e dunque senza farsi male, può diventare un’esperienza entusiasmante. Ci ricorda la potenza e la magia della Natura, che crea e disfa dal nulla, madre e governatrice, a cui tutti dobbiamo inclinare onoratamente il capo.

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 25 novembre 2015

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

11761
07:45
Link utili:
loading...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Video&Magie utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Questi Cookie sono preventivamente disabilitati di default, puoi scegliere tu stesso se abilitarli o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato, dando il permesso per l'utilizzo di Cookie non tecnici e dunque non strettamente necessari. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in alto nella sidebar del sito (alla fine della pagina per cellulari o tablet). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi