Mummie del Tarim, le mummie giganti scoperte in Cina ★ La Via della Seta

Perfettamente conservate ed alte circa due metri, queste mummie ritrovate in Cina non sono asiatiche, bensì dai tratti caucasici (uomo bianco), e pare appartenessero all’antica regione del Bacino del Tarim, che per l’epoca aveva un alto livello di civilizzazione. Si parla di migliaia di anni prima della Via della Seta, e di una popolazione che s’insediò in questo enorme bacino racchiuso da una miriade di catene montuose, quando ancora non era sotto il dominio cinese.

La Via della Seta univa l’Impero Romano a l’Impero Cinese, aveva una lunghezza di circa 8000 chilometri e partiva dall’Asia Minore, attraversando l’Asia Centrale e il Medioriente per arrivare fino al Mediterraneo (comprendeva Cina, India, Africa settentrionale ed Europa occidentale). Era un intricato percorso via terra e via mare (e tratti fluviali) che permetteva il commercio tra i continenti allora conosciuti. Ma non solo le merci viaggiavano su questa immensa rete, anche le culture e le religioni, quindi avvenivano scambi culturali e commerciali permettendo un ampio fiorire delle civiltà antiche. Fu grazie alla Via della Seta, che si gettarono i semi per il mondo moderno.

Le origini della Via della Seta risalgono intorno al 500 a.C., e anticamente si chiamava Via Reale di Persia, un tratto assai più breve (circa 3000 chilometri), non arrivando fino all’Europa e all’Asia Minore, infatti interessava perlopiù le coste africane, Mesopotamia e Babilonia, la Persia fino all’India, finché negli ultimi secoli prima di Cristo non iniziarono le esplorazioni cinesi e, in seguito, ci fu l’avvento dell’Impero Romano che si espanse in maniera vorticosa fino al V secolo dopo Cristo. La Via della Seta divenne la strada per Roma.

Le Mummie del Tarim (così chiamate dagli scienziati), abitavano molto tempo prima dello sviluppo della Via della Seta, in un ambito circoscritto che non aveva nessun contatto con la popolazione asiatica (i Mongoli), nonostante l’ubicazione geografica. Erano alti, biondi o rossi, e in epoca romana già si raccontavano delle leggende, su altissimi individui che abitavano al di là dell’Himalaya, i quali avevano capelli e occhi chiari, e che fecero conoscere alla futura civiltà cinese l’uso del metallo, dei carri e dei cavalli.

Una di queste mummie, battezzata col nome di Yingpan Man, è vecchia di oltre 1500 anni ed è stata ritrovata nella provincia dello Xinjiang, nel 1995, un maschio caucasico con i capelli castani, dichiaratamente di origine europea. Morto a circa 35 anni, non è chiaro se di morte naturale, aveva una maschera bianca al volto e un diadema sulla fronte, al momento della sua sepoltura. L’abbigliamento, peraltro, era ricco e raffinato, dai colori accesi come il rosso, l’oro e il giallo, tipicamente orientale.

Di queste mummie, alcune delle quali risalgono a circa 2000 anni prima di Cristo, sono state effettuate delle ricostruzioni facciali, data la ricchezza di dettagli che presentano, come se fossero recentissime, e si vede chiaramente che la loro origine non è certamente asiatica. Un mistero tuttora dibattuto, infatti il rilascio della notizia è stato ritardato, poiché rimette in discussione la storia cinese.

Anche il fatto della loro conservazione lascia perplessi, l’abbigliamento che, essendo di natura orientale e riccamente decorato, può far intendere che la dinastia cinese non parte da origini puramente asiatiche. Si cerca di indagare, di studiare, ma forse queste mummie resteranno un mistero per sempre.

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 27 agosto 2016

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

8175
04:30
Link utili:
loading...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Video&Magie utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Puoi scegliere tu stesso se accettare o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in basso nel footer del sito (alla fine della pagina). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi