Pika, il coniglietto magico che ha ispirato il personaggio animato Pikachu

Questa rara sottospecie di coniglio selvatico è stata scoperta nel 1983 ed è già in via d’estinzione, con soltanto 1.000 esemplari ancora presenti nella zona in cui è stato scoperto, sui monti Tianshan, nella regione dello Xinjiang a nord della Cina. Si è scoperto, in seguito, che si è adattato in buona parte dell’emisfero boreale, quindi oltre in Cina si trova in Russia, Mongolia, Giappone e Nord America, ma vive ad altitudini molto elevate, addirittura a 4000 metri, ed è per questo che è difficilissimo poterlo avvistare. In dieci anni, è stato avvistato appena una trentina di volte.

La prima foto di questo tenero animale fu scattata agli inizi degli anni ‘90, e fu chiamato “pika”, ispirando il celebre personaggio di un cartone animato, i Pokemon, il quale venne chiamato appunto Pikachu. Faccia da orsacchiotto, ha un’indole curiosa e sbarazzina, di una simpatia unica quando saltella tra le rocce.

Una lunghezza di circa 20 centimetri, il Pika è minuscolo e dolcissimo, vive proprio come un orsacchiotto tra i monti ma è tanto fragile e indifeso. Eppure, non vi è ancora alcuna organizzazione ufficiale che ne tuteli la salvaguardia, o che sia semplicemente dedicata allo studio di questa deliziosa razza che ben presto, purtroppo, scomparirà dalla Terra.

La causa primaria, comunque, è dovuta allo sfruttamento del suo habitat da parte degli allevatori di bestiame che fanno razzie dei pochi pascoli presenti, quindi gli impediscono di alimentarsi, e ovviamente all’inquinamento atmosferico che dopotutto non risparmia nessuno. Gli animali che vivono ad alta quota sono estremamente delicati e il Pika non fa eccezione.

Qualcuno ha tentato di allevarli in cattività, anche come animale domestico, dopo che la popolazione cinese ha scoperto l’incredibile dolcezza di questo animale, ma è stata una scelta oltremodo sbagliata. Infatti, in cattività non si nutrono e smettono di riprodursi, non si sa per quale ragione, ma è sicuro che gli animali selvatici devono restare nel loro habitat, tutti possibilmente, dato che a nessuno piace vivere in gabbia o recluso, e si dovrebbe imparare a rispettare la vita di ogni essere vivente, così come si rispetta la propria.

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 19 maggio 2017

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

2430
03:01
Link utili:
loading...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Video&Magie utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Puoi scegliere tu stesso se accettare o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in basso nel footer del sito (alla fine della pagina). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi