Scoperte archeologiche che confermano i racconti biblici

★ Bibbia e Archeologia ★

Man mano che trascorrono gli anni, vengono sempre più fuori scoperte scientifiche, in particolare di tipo archeologico, che attestano la veridicità dei racconti narrati dalla Bibbia, dando dunque ad essi un valore anche storico, oltre che religioso. I reperti e le scoperte archeologiche presi maggiormente in considerazione riguardano l’Esodo, e quello che avvenne prima e dopo la famosa separazione delle acque ad opera di Dio, per facilitare Mosè e gli Israeliti a sfuggire all’esercito del Faraone che li aveva resi schiavi.

Secondo la Bibbia, Mosè incontrò Dio sul Monte Sinai, il punto in cui il Signore scese sulla Terra attorniato da fiamme ardenti: il monte divenne fumante per via del fuoco e lasciò quell’alone nero di roccia bruciata tuttora visibile. Cosa strana, poiché solo la cima, dove biblicamente Mosè parlò con Dio, risulta annerita, a differenza delle altre cime che presentano un colore più o meno naturale, in base all’erosione del tempo.

Inoltre, risulta esistere anche la roccia che Mosè colpì per fornire l’acqua agli Ebrei, stanchi ed assetati per il loro epocale cammino. Una roccia praticamente divisa in due, come riporta un passo della Bibbia nel quale il Signore ordinò appunto a Mosè di spaccare la roccia, da cui sarebbe sgorgata l’acqua per dissetare il suo popolo.

Un altro reperto riguarda un carro egiziano risalente proprio all’epoca di Mosè, quando egli salvò gli Ebrei attraverso l’Esodo, e si è potuto compararlo con le raffigurazioni antiche dei carri egiziani usati dal Faraone e dal suo esercito. Questo carro, che si trova attualmente in un museo, presenta numerose analogie con i carri ritrovati in fondo al Mar Rosso, in particolar modo per il numero dei raggi delle ruote, nonché per la struttura che ricorda esattamente quella tipicamente egizia.

Oltre ai carri e alle armature dell’esercito, ormai assodato che siano appartenenti ai guerrieri egizi, in quella porzione del Mar Rosso sono stati ritrovati inoltre centinaia di scheletri, come a testimoniare quella biblica separazione delle acque che travolse l’esercito egizio annegandolo, insieme al Faraone.

Ora, a prescindere che le coincidenze sono un po’ troppe, a tal punto che non si può più parlare di invenzioni della religione, o di semplici favole, ci viene però da chiederci se vi sia una correlazione reale tra questi eventi e i racconti biblici, in quanto specialmente l’ultimo fatto, ovvero l’annegamento di un intero esercito, è accaduto realmente, è archeologicamente dimostrato, e se erano gli egizi, come provato dai reperti, per quale ragione si sono ritrovati ad annegare in massa, senza nessuna avvisaglia che avesse potuto consentire di mettersi al riparo?

Si parla di onda anomala, dalla voce della Scienza, per via dei forti venti che deturpavano quella zona del deserto, ma in effetti un’onda anomala si annuncia, non si alza così all’improvviso, e talmente immensa e devastante da ricoprire un esercito di migliaia di persone senza alcuna possibilità di scampo.

Le domande da porci sarebbero tante, e la maggior parte in effetti ci riconducono a confermare l’ipotesi che non si tratti di leggende, bensì di fatti reali, tuttavia non potremo mai esserne certi, in quanto la Scienza non è del tutto conciliante. Ognuno ha da dire la propria secondo le sue credenze e i suoi schemi mentali, quindi l’unica cosa è di affidarci alla fede, al nostro personale punto di vista, perché quando si tratta di misticismo nessuno può vietarci di credere, anche senza apparenti prove scientifiche a sostegno della causa.

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 25 novembre 2015

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

18900
01:59
Link utili:
loading...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Video&Magie utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Puoi scegliere tu stesso se accettare o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in basso nel footer del sito (alla fine della pagina). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi