Gli Angeli che furono avvistati durante lo Tsunami in Giappone

Sembra, a giudicare da alcuni filmati ripresi in quell’incancellabile giorno, anche secondo vari reportage televisivi e testimonianze, che durante lo tsunami scesero gli Angeli per salvare gli uomini, o comunque per dare il loro aiuto in una calamità talmente distruttiva che uccise centinaia di migliaia di persone. Numerose, anche, sono però le teorie.

C’è chi sostiene che fossero Angeli, discesi appunto sulla Terra per intervenire in un evento così devastante, quasi biblico. Oppure c’è chi pensa fossero le anime perse delle vittime, che pian piano si staccavano dai corpi e vagavano disorientate sul territorio, dopo una tale morte violenta, senza sapere come fare per prendere la via del cielo.

Altri dicono fossero semplicemente degli uccelli, in quanto gli Angeli non volano in formazione, è quantomeno atipico, anche se atipica è anche la situazione e pertanto eccezionale, non rispetta gli schemi conosciuti. Tuttavia, a parte le dimensioni che, rapportate agli elementi vicini non possono essere quelle di un uccello (un volatile non è certo grande come una macchina), in occasioni similari gli uccelli o gli animali in generale, tutti gli esseri viventi compreso l’uomo, per istinto di preservazione, di sopravvivenza, non vanno incontro al pericolo, come fanno invece queste figure libranti che si concentrano addirittura su pericolosi elementi in fiamme.

Seguendo la logica, infatti, chiunque dovrebbe letteralmente correre dalla parte opposta di tutto quell’infernale trambusto, quello scrosciare e sradicare case, quel rumoroso trasporto di relitti ed ammassi di materiali. Devastanti veramente, le immagini dell’oceano che, al suo passaggio, spazza via ogni minima cosa che incontra… uno spettacolo davvero inquietante, forse mai visto da questa prospettiva così ampia ed efferatamente esaustiva.

Infine, ovviamente, c’è chi sostiene siano il frutto di una manipolazione al computer, ma di questa teoria non si possiedono analisi. Di solito, quando si tratta di filmati come questo si procede subito ad analizzarne i fotogrammi, per verificare se ci sia trucco o montaggio, ma in questa occasione stranamente, nessuno si è preso la briga di investigare, o perlomeno non è ancora noto.

Nel filmato che abbiamo scelto ed inserito alla fine dell’articolo vengono evidenziate queste figure, con dei cerchietti in rosso o in verde, e sono parecchie in verità, come parecchi sono i filmati che hanno immortalato queste bianche sagome pressoché luminescenti, indistinte, tanto da lasciarci con un enorme dubbio in testa: che cosa sono?

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 22 febbraio 2017

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

16841
03:22
Link utili:
loading...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Video&Magie utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Questi Cookie sono preventivamente disabilitati di default, puoi scegliere tu stesso se abilitarli o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato, dando il permesso per l'utilizzo di Cookie non tecnici e dunque non strettamente necessari. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in alto nella sidebar del sito (alla fine della pagina per cellulari o tablet). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi