Perché si festeggia Ferragosto e la tradizionale gita fuori porta

★ Ferragosto, cosa si festeggia? ★

Ferragosto è sostanzialmente una festa agricola che risale a tempi antichissimi, ancor prima dei Romani, i quali l’avevano ripresa da una tradizionale festa pagana con cui si celebrava il raccolto e, al tempo stesso, si invocava e tributava il Dio della fertilità (Conso), affinché proteggesse la terra e le coltivazioni. Più precisamente il Dio Conso, che venne successivamente identificato col Dio Nettuno, era il protettore dei granai (semi del grano) e delle produzioni agricole, e a lui erano dedicate due festività, dette Consualia: una il 21 agosto e l’altra il 15 dicembre, in corrispondenza di Yule (Solstizio d’Inverno), momento del riposo della Terra. Il nome Consus deriverebbe dal verbo latino seminare.

Il nome della festa invece si è man mano evoluto dalla definizione originaria, Feriae Augusti, ovvero il riposo di Augusto, essendo stata ufficialmente introdotta dall’imperatore Augusto (anche il mese di agosto è derivato dal suo nome) nel 18 a.C., al fine di garantire opportuno riposo dopo il pesante lavoro nei campi per il raccolto. Al tempo si festeggiava il 1° agosto ma, come è avvenuto per la maggior parte delle festività pagane, la festa di Ferragosto è stata assorbita dalla Chiesa che ha spostato la data al 15 agosto, per coincidere con l’Assunzione della Vergine Maria, pertanto alla fine è diventata una festa religiosa del Cristianesimo.

Ferragosto si festeggiava con floridi banchetti e corse di cavalli, ecco perché probabilmente la divinità di Conso è stata associata al Dio NettunoNeptunus Equestris, che era il Dio dei cavalli e degli equini in generale. Ancora oggi, infatti, la tradizione viene mantenuta a Siena, con il palio che si svolge tutti gli anni il 16 agosto, in onore della Madonna Assunta. Tuttavia, la festività si protraeva per tutto il mese, con un’altro giorno molto importante, il 13 agosto, che era dedicato alla Dea Diana, Dea della caccia e degli animali.

Oggi Ferragosto si festeggia con la fatidica gita fuori porta, ossia la tradizionale gita in montagna o al mare, in prossimità delle località di residenza, con grigliate e pranzi al sacco. Questa tradizione però è piuttosto recente ed è tutta italiana, poiché venne introdotta nell’epoca fascista, intorno agli anni ’20 del secolo scorso, per dare opportunità alle classi più disagiate di usufruire di una meritata vacanza.

Il regime fascista organizzava, dal 13 al 15 agosto, delle gite di 2/3 giorni con dei treni popolari che offrivano dei prezzi bassissimi, per potersi spostare comodamente per non più di un centinaio di chilometri. Il pranzo al sacco fu una conseguenza, dato che questi viaggi organizzati non elargivano anche gli approvvigionamenti, tuttavia tante famiglie abbienti ebbero all’epoca la possibilità di visitare tanti luoghi a loro precedentemente negati, per questioni economiche, gente che non aveva addirittura mai visto il mare. 

Nei decenni, questa tradizione è stata conservata ed è tuttora in voga, la maggior parte degli Italiani non rinuncia alla classica gita che è diventata perlopiù montana. Molti, però, seguono la tradizione senza sapere il motivo per cui seguirla, dovendo invece pensare che è un omaggio che si continua a perpetuare per il popolo, i nostri avi che vivevano in condizioni tutt’altro che agiate. Certo, oggi il problema si è fatidicamente ripresentato, con l’enorme crisi che grava sulle nostre spalle, e infatti è ritornata ad essere un’inevitabile alternativa, più che una tradizione, ma se il regime fascista ha portato avanti scelte sbagliate, questa è stata sicuramente una buonissima iniziativa, cosa che purtroppo non è stata ereditata dall’attuale Governo che ci comanda…

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 15 agosto 2017

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

1503
02:31
Link utili:
loading...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Video&Magie utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Puoi scegliere tu stesso se accettare o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in basso nel footer del sito (alla fine della pagina). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi