L’Arcangelo MICHELE, il Guerriero della Luce

★ Il Principe delle Milizie Celesti ★

L’Arcangelo Michele è uno degli Arcangeli più vicini al Signore. A capo delle schiere celesti, è il Gran Principe, come viene definito da Daniele (nella Bibbia ebraica), ed è in perpetua lotta contro l’Angelo Caduto, conosciuto come Satana, il suo “fratello decaduto”. Accompagnatore delle Anime sul sentiero della Luce, anche l’Uomo può diventare un suo guerriero, Guerriero della Luce per arrivare alla Luce.

L’Arcangelo MichelePrincipe e Comandante delle Milizie Celesti, difende la fede combattendo le orde demoniache, Lucifero e i suoi seguaci. Egli era dapprima legato a Lucifero, nella coppia angelica, ma nel momento di scindersi da Dio, mentre Lucifero ha preso la via della ribellione, cadendo negli Inferi, Michele è rimasto fedele al suo Signore, diventandone il primo difensore.

Michele è un Arcangelo assai presente nei testi sacri, anche non strettamente religiosi. Egli è citato nel Libro dell’Apocalisse, dove Giovanni lo vede a capo della battaglia contro il Drago dell’Apocalisse, che rappresenta il Diavolo. Fu proprio l’Arcangelo Michele a rivelare, tramite una visione, l’Apocalisse a Giovanni, che poi la trascrisse nell’ultimo libro della Bibbia, col nome di Libro della Rivelazione.

Oltre a proteggere il Regno di Dio, l’Arcangelo Michele custodisce le chiavi del Paradiso e ne indica la porta, e fu lui che insegnò la coltivazione della terra ad Adamo, in quanto fu anche colui che, durante la Creazione, procurò al Signore l’acqua e la terra necessari per plasmare Adamo, e poi Eva. Insegnò ai figli di Adamo ed Eva il culto dei morti, ed accompagnò la Vergine Maria durante il suo viaggio negli Inferi, per mostrare le pene vissute da coloro che rinnegavano Dio. Inoltre, fu uno dei due Angeli a partecipare alla distruzione di Sodoma, e fu colui che avvisò Noè e gli insegnò a costruire l’arca per sopravvivere al Diluvio Universale.

Secondo alcuni testi ebraici, l’Arcangelo Michele (Mikael) è il protettore e custode del popolo di Israele, e combatté con Lucifero per riprendere il corpo di Mosè. Egli è presente anche nell’Islamismo (col nome di Mikal), dove ricopre il ruolo di istruttore di Maometto, il profeta, ed è citato nel Corano.

Ad ogni modo, il culto dell’Arcangelo Michele proviene principalmente dall’Oriente, poiché egli fu responsabile della conversione di Costantino, imperatore di Costantinopoli che trucidava ferocemente i Cristiani. L’uomo ebbe una visione, una grande croce fiammeggiante nel cielo, un segno cristiano inviatogli dall’Arcangelo, che con esso lo invitava ad usare la croce come simbolo della sua armata, poiché scegliendo la croce avrebbe vinto ogni battaglia. Così fu, e Costantino si convertì al Cristianesimo, erigendo decine di santuari in onore dell’Arcangelo Michele.

Share Button

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 23 agosto 2017

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

3062
04:25
Link utili:
loading...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright