Nuovi manufatti che confermano il contatto dei Maya con gli Alieni

★ Extraterrestri e Maya ★

Nuove scoperte in campo archeologico, che metterebbero in relazione i Maya con gli alieni. Non sono i primi oggetti che confermerebbero i contatti dei Maya con gli extraterrestri, se consideriamo inoltre vari fenomeni ad esso associati, tuttavia questa volta è un qualcosa di decisamente eclatante.

Nel 2012, il governo messicano mise a disposizione numerosi reperti ed informazioni che erano stati tenuti segreti per circa 80 anni, nonché le stanze segrete all’interno della piramide che non erano mai state esplorate ufficialmente, nel sito archeologico di Calakmul (antica città Maya non lontana dal confine con il Guatemala), o le numerose grotte in cui sono stati ritrovati dipinti esseri dalla forma umanoide, con tanto di astronavi. Quindi, sebbene fossero reperti già esistenti da un bel pezzo, per noi sono assolutamente nuovi.

Ciò avvenne perché il governo si accordò per la realizzazione di un documentario archeologico, che sarebbe dovuto uscire prima della fine del 2012, ovvero la fine del Calendario Maya, la supposta fine del mondo. L’intenzione era di contrastare in qualche modo la speculazione sull’evento, che rappresentava puramente la fine di un ciclo, il quale si sarebbe riazzerato per poi ricominciare.

Ad ogni modo, ciò che venne esibito alla presentazione ufficiale fu straordinario, a parte l’ottimo stato di conservazione, le statuette che raffiguravano strane creature erano innumerevoli, insieme a totem, simboli, rocce scolpite a forma di dischi volanti con singolari codici, forse un linguaggio alieno mediante cui i Maya comunicavano con i popoli dei cieli. L’interpretazione infatti non è stata totalmente possibile, anche la lettura risulta alquanto difficoltosa, in quanto messaggi e simboli sono decisamente criptici.

L’unica cosa accertata, è che tali reperti hanno una evidente correlazione con creature venute da un altro mondo, o comunque non umane, ma sicuramente non di quel tempo, è anche possibile che si tratti degli Anunnaki, già citati nelle tavolette sumeriche. C’è la solita teoria parallela, che ipotizza siano esseri non di già extraterrestri, quanto piuttosto degli astronauti venuti dal futuro, attraverso il viaggio nel tempo o l’attraversamento di determinati portali dimensionali.

Comunque, un’ultima sensazionale scoperta consiste in una grotta, nei pressi di Veracruz (marzo 2017), dov’è stata rinvenuta la cosiddetta pietra del primo incontro. In verità ne sono più di una, e vi sono incise vere e proprie astronavi, nonché una rappresentazione dell’incontro tra il popolo Maya e gli extraterrestri, e infatti da qui il nome. Sono state poi esplorate altre grotte nelle vicinanze, ed ospitavano manufatti simili, insomma una miriade di testimonianze concrete, prove tangibili sull’esistenza degli alieni e dei loro contatti con le prime civiltà terrestri.

★ Testi originali di Video&Magie ©, data 3 marzo 2018

★ Guarda il Video su YouTube (di proprietà del Canale associato): ★

1310
11:00
Link utili:
loading...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Video&Magie utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Puoi scegliere tu stesso se accettare o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in basso nel footer del sito (alla fine della pagina). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi